Guasti elettronici all’auto: ecco i più comuni e come risolverli

Nel contesto sociale contemporaneo, l’auto si presenta come il mezzo di trasporto più efficiente per poter assolvere ai propri doveri quotidiani. Sia che si tratti di spostamenti verso il luogo di lavoro o di mansioni giornaliere familiari, fino ad arrivare alla possibilità di spostarsi per raggiungere luoghi di svago, possedere un’auto si rivela essenziale per poter avere una buona autonomia e flessibilità in termini di spostamenti. Ovviamente, però, occorre sottolineare che la proprietà di un’auto comporti una serie di spese che superano l’acquisto stesso del veicolo. Preservare le condizioni dell’auto, infatti, richiede un approccio oculato ed una serie di investimenti utili a prevenire problematiche costose, riparazioni e servizi di manutenzione straordinaria. Tutto questo si applica soprattutto ai componenti elettronici, specie se si prendono in esame i veicoli più moderni.

Oggi più che mai, insomma, optare per un’auto nuova vuol dire interfacciarsi con delle tecnologie avanzate che, seppur confortevoli in termini di esperienza d’uso e prestazionali per quanto concerne la sicurezza e l’andamento del mezzo su strada, presentano anche tutta una serie di potenziali problematiche relative alla mancata cura e attenzione nei confronti degli elementi elettronici. I sistemi presenti nei veicoli moderni, infatti, includono una vasta gamma di componenti: dai sensori di parcheggio ai sistemi di navigazione. Ogni sistema elettronico viene progettato allo scopo di migliorare l’esperienza di guida, ma la complessità dei circuiti rende le auto più suscettibili a guasti e malfunzionamenti.

In un periodo in cui le automobili presentano sempre più elettronica, la manutenzione preventiva e i sistemi di diagnosi tempestiva costituiscono solo alcuni degli strumenti utili per potersi prendere cura del proprio mezzo nel migliore dei modi, garantendo la longevità del veicolo. Un malfunzionamento elettronico, infatti, potrebbe compromettere le funzioni dell’auto anche a livello di meccanica, rendendo l’auto inutilizzabile. In questo approfondimento andremo a scoprire alcuni dei guasti più comuni all’elettronica dell’auto e le soluzioni risolutive per le suddette problematiche.

Guasti alla centralina

Quando si parla di ECU si fa riferimento al vero e proprio cervello elettronico del veicolo. La centralina è responsabile della gestione dei sistemi e delle funzioni dell’auto. È proprio l’ECU a controllare l’accensione, l’iniezione di carburante e la trasmissione. Un guasto a questo componente, dunque, può condurre a tutta una serie di problematiche che potrebbero essere difficili da gestire, rendendo il mezzo poco performante o, addirittura, non marciante. Acquistare una centralina nuova potrebbe essere costoso, ma fortunatamente esistono soluzioni risolutive efficienti con l’acquisto di ECU di seconda mano, a patto che ci si rivolga a provider professionali ed affidabili come ecustore.it.

Malfunzionamento ABS

L’ABS è uno dei sistemi più utilizzati nei veicoli moderni. Il sistema di frenata antibloccaggio rappresenta, infatti, una soluzione di sicurezza fondamentale in moltissimi contesti, prevenendo il blocco delle ruote durante la frenata e mantenendo la trazione. Talvolta, i veicoli possono riscontrare dei guasti all’ABS, visto l’utilizzo intensivo a cui è sottoposto in molte vetture. La rottura dei sensori delle ruote o della centralina ABS rappresentano problematiche importanti per la capacità di frenata dell’auto. Generalmente, è consigliato sottoporre l’auto a controlli regolari per prevenire guasti del genere.

Problemi ai fari

Talvolta, le auto moderne possono riscontrare problemi agli apparati di illuminazione, soprattutto quando i fari rispondono a sistemi automatizzati. In questi casi, è altamente consigliato evitare la marcia di notte, concentrandosi prima sulla risoluzione del guasto, in maniera tale da non compromettere la sicurezza del mezzo. La sostituzione dei componenti difettosi è cruciale per poter preservare l’integrità dei fari e, ovviamente, per poter circolare in maniera sicura, soprattutto nelle zone in cui la luminosità è scarsa, come nelle gallerie o di sera.